Post

Grafene, il materiale magico

Immagine
I ricercatori dicono di avere scoperto una insolita proprietà del grafene, il che significa che potrebbe essere una fonte di energia "pulita e senza limiti" in futuro.

Il grafene è un materiale costituito da uno strato monoatomico di atomi di carbonio (avente cioè uno spessore equivalente alle dimensioni di un solo atomo). Ha la resistenza meccanica del diamante e la flessibilità della plastica.

Ebbene, gli scienziati dell'Università dell' Arkansas hanno ideato un generatore di energia su scala nanometrica che potrebbe potenzialmente utilizzare il movimento del grafene (il cosiddetto "materiale miracoloso" composto da un singolo strato di atomi di carbonio, scoperto per la prima volta nel 2004) per produrre energia pulita e illimitata.

La sua esistenza è un po 'problematica, poiché il grafene è essenzialmente un materiale bidimensionale che non dovrebbe esistere. Ma grazie a una scappatoia, cioè che gli atomi di carbonio che compongono il grafene sono…

La plastica negli oceani? Proviene in gran parte da soli 10 fiumi

Immagine
Una buona notizia, che tirerà un po' sul morale a chi vede sempre tutto nero...  C'è da lavorarci su, certo! Ma siamo sulla buona strada per affrontare il gravoso problema delle montagne di plastica che vagano per gli oceani.

Si scopre che circa il 90 percento di tutta la plastica che raggiunge gli oceani del mondo viene scaricata attraverso solo 10 fiumi: Yangtze, Indus, Yellow River, Hai River, Nilo Gange, Pearl River, Amur River, il Niger, e il Mekong (in ordine).

Questi fiumi hanno alcune cose fondamentali in comune. Tutti loro attraversano aree in cui vivono molte persone - in alcuni casi centinaia di milioni di persone. Ma ciò che è più importante è che queste aree non hanno un'adeguata raccolta di rifiuti o un'infrastruttura di riciclaggio. C'è anche poca consapevolezza da parte del pubblico che la spazzatura di plastica possa essere un problema, quindi molta spazzatura, viene gettata nel fiume e scompare convenientemente a valle.

Quindi il problema è enorme…

Il Ringraziamento della discordia

Immagine
Oggi negli Stati Uniti si festeggia il Giorno del Ringraziamento, o Thanksgiving Day.

Per la maggior parte degli americani il Thanksgiving Day significa mangiare tacchino, guardare il football e la parata del Macy's Thanksgiving Day in TV e passare il tempo con amici e familiari. Per molti indiani d'America, tuttavia, il Ringraziamento ha un significato diverso. Per alcuni é un giorno di lutto ma è anche un giorno per celebrare e onorare le tradizioni delle popolazioni indigene.

Molti nativi americani non celebrano l'arrivo dei pellegrini e di altri coloni europei. Il Giorno del Ringraziamento ricorda il genocidio di milioni di persone native, il furto di terre native e l'assalto implacabile alla cultura nativa. Alcune persone semplicemente non celebrano il Ringraziamento a causa dello sterminio dei nativi americani su cui la festa è fondata. La storia non si cancella per tutti. Ciò significa che per molti attivisti nativi americani, il Giorno del Ringraziamento …

Sospeso per ora l'annullamento del divieto di importazione di trofei di caccia all'elefante

Immagine
Il presidente Trump e il segretario degli interni Ryan Zinke hanno annunciato che l'annullamento da parte dell'amministrazione di un divieto di importazione di trofei di caccia elefante dallo Zimbabwe e dallo Zambia è stato sospeso fino a un'ulteriore revisione. L'improvvisa decisione segue le proteste dei gruppi per i diritti degli animali e persino di alcuni conservatori, dopo che l'amministrazione ha deciso di invertire una regola dell'era di Obama che vietava l'importazione di trofei elefanti da parte di alcuni paesi perché fu scoperto che la caccia non contribuiva alla sopravvivenza della specie.

Il presidente Trump ha twittato per primo, dicendo che il divieto sarebbe continuato "fino al momento in cui verrà esaminato". Ore dopo Zinke ha elaborato: "Il presidente Trump ed io abbiamo parlato ed entrambi crediamo che la conservazione e le mandrie sane siano fondamentali", ha affermato in una nota. "Di conseguenza, in un modo …

Clima: la discussione continua...

Immagine
I negoziati sul clima, che si erano aperti con l'intento di trovare gli ultimi dettagli dell'accordo di Parigi sul clima, si chiudono con l'amministrazione Trump che va da una parte e il resto del mondo da un'altra. La conferenza mondiale sul clima di Bonn si è conclusa in modo molto simile a come era iniziata, con l'amministrazione Trump che rafforza i combustibili tradizionali come il carbone e il gas, separandosi da gran parte del mondo.

I manifestanti cantando e recitando slogan hanno affermato che il sostegno al potere del carbone va contro la spinta dei colloqui incentrati sulla promozione delle energie rinnovabili e della tecnologia del XXI secolo. Il risultato é stato una fondamentale disconnessione al raduno di Bonn, in Germania.

"La California non sta aspettando Trump", ha detto il governatore Jerry Brown ad alcuni dei 20.000 partecipanti. "Non stiamo aspettando tutti i negazionisti, ci stiamo impegnando a fare tutto il possibile per and…

La Blue economy in India e nello Sri Lanka

Immagine
Sottolineando criticamente l'ambizioso programma di punta del governo dell'Unione indiana "Sagar Mala project", un concetto di sviluppo a base oceanica, tanto voluto dall'attuale Primo Ministro indiano Modi, orientato a modernizzare i porti dell'India in modo da potenziare lo sviluppo portuale e sviluppare le coste per contribuire alla crescita del Paese, il WFFP (World Forum for Fisher People ) sta intensificando la sua lotta contro la pesca distruttiva, l'inquinamento, gli effetti del cambiamento climatico, presumibilmente dovuti alla diluizione delle leggi ambientali nel paese.

Il WFFP, un organismo composto da membri di organizzazioni provenienti da 50 paesi, terrà la sua settima assemblea generale a Delhi dal 15 al 21 novembre per discutere dello stato delle attività della pesca in ciascun paese e delle azioni strategiche, afferma il  National Fish Workers Forum.

Uno dei principali programmi dell'assemblea generale sarà quello di concent…

Radioattività: la nube misteriosa dell'est

Immagine
Per un paio di settimana una nube radioattiva  ha colpito l'Europa. La sua origine è ancora sconosciuta, anche se tutto indica che è stata generata in una regione tra la Russia e il Kazakistan. A rilevare per primi  l'isotopo radioattivo rutenio-106 sono stati i monitor in Italiail 3 ottobre, secondo una relazione del France's Radioprotection and Nuclear SafetyInstitute, noto comeIRSN. In totale, 28 paesi europei hanno visto la nube radioattiva, dice il rapporto.

Secondo Jean-Christophe Gariel, direttore della salute presso l'IRSN, la misteriosa nuvola - che ormai si è dissipata - proviene da qualche parte nella Russia del Sud,  probabilmente tra il fiume Volga e gli Urali.

Le autorità dicono che la quantità di materiale visto in Europa é stato di piccole dimensioni, con un livello molto basso di radioattività e non pone problemi per la salute e l'ambiente in Europa, dice Gariel.

Il Ruthenium-106 è un isotopo radioattivo che non si trova in natura. "È un isotop…